Chirurgia Estetica Maxillo Facciale

Appuntamenti +39 335 5230498

Quando parliamo di chirurgia maxillo-facciale, ci riferiamo ad una serie di pratiche della medicina chirurgica, che hanno come obiettivo la cura ed il ripristino di condizioni ottimali in seguito a traumi, malformazioni, infezioni, neoplasie e degenerazioni.

Questo per quanto riguarda l’oggetto degli interventi maxillo-facciali. Il campo d’azione è però ristretto ai problemi che affliggono volto, cavo orale e ossa mascellari.

La chirurgia maxillo-facciale è una delle più popolari e comprende sia pratiche di chirurgia estetica, sia pratiche di chirurgia ricostruttiva, ed è in grado di ripristinare condizioni ottimali funzionali ed estetiche anche in seguito ai peggiori decorsi delle patologie sopra descritte.

Di cosa si occupa la chirurgia maxillo-facciale?

La specializzazione propria della chirurgia maxillo-facciale è quella delle patologie, delle malformazioni e degli inestetismi che vanno a colpire il volto, il cavo orale, i tessuti molli interni alla bocca e anche le ossa mascellari.

Gli interventi possono essere tanto di carattere migliorativo quanto di carattere ricostruttivo, e hanno come compito principale quello di ripristinare condizioni ottimali di funzionalità per la parte del corpo colpita dai problemi che abbiamo già affrontato.

Varie tipologie di intervento

Come abbiamo avuto modo di accennare poco prima, la chirurgia maxillo-facciale include un gran numero di interventi, che vengono categorizzati sia per le tecniche utilizzate, sia per la parte del corpo che andrà ad essere operata.

– Chirurgia odontostomatologica

È quel ramo della chirurgia estetica e ricostruttiva che si occupa di denti inclusi o erotti, residui di radici che ancora insistono sulle mascelle, di apicectomie, ovvero dell’ablazione dell’apice dei denti colpiti da processi flogistici.
La chirurgia orale, in aggiunta, si prende carico della rimozione delle cisti e delle masse tumorali che insistono all’interno del cavo orale.

– Chirurgia ortodontica

In questa categoria rientrano tutti quegli interventi tesi a riposizionare le arcate dentarie e correggere le occlusioni. Si occupa di un ampio ventaglio di anomalie che toccano anche le mascelle, offrendo soluzioni anche di tipo estetico, in aggiunta a benefici di carattere più strettamente funzionale.

– Chirurgia dei tessuti molli del cavo orale

La maxillo-facciale ha come oggetto del suo interesse medico anche i tessuti molli che si trovano all’interno della bocca, come lingua e palato. Gli interventi sono in genere tesi a ripristinare la funzionalità degli organi, andando a correggere problemi nati da malformazioni, neoplasie o infezioni.

– Ossa mascellari

La chirurgia maxillo-facciale si occupa anche delle artroscopie temporomandibolari e di interventi che vanno a correggere o ripristinare una corretta articolazione delle mandibole.

– Chirurgia dell’orbita oculare

Riguarda tutti i casi di malformazioni, traumi o decorsi oncologici che vanno ad interessare l’orbita oculare. In questa definizione vanno anche inclusi gli interventi di carattere più prettamente estetico.

– Chirurgia estetica del volto

Interventi di ricostruzione o correzione delle labbra, del naso, degli zigomi. Operazioni di lifting o di liposcultura del mento.

– Microchirurgia ricostruttiva

Include interventi ricostruttivi a carico di denti, ossa, tessuti molli del cavo orale e nervi facciali, che possono richiedere anche un trapianto rivascolarizzato da altre parti del corpo.

I costi

Senza dubbio la chirurgia maxillo-facciale è quella che presenta il ventaglio più ampio di possibili interventi. Per questo motivo non è possibile stimare i costi di un intervento, data la natura estremamente variegata degli stessi.

Un consulto con il vostro chirurgo di fiducia vi aiuterà a determinare l’entità del problema e a stabilire un piano di intervento, nonché a stimare accuratamente i costi che saranno a vostro carico.